2018, BUONI PROPOSITI

apertura

Buon anno a tutti noi, volevo iniziare questo articolo con una semplice domanda: il cambiamento ci spaventa?

Pongo questo interrogativo per sottolineare la difficoltà di riuscire a concretizzare i propri buoni propositi che ogni anno tutti noi facciamo, sia a noi stessi che ad altri.

Punto di partenza è la “zona comfort”, ossia quella zona in cui ci troviamo e tutto sommato stiamo vivendo che ci permette di avere dei punti di riferimento sicuri, anche se non ci piace tutto quello che stiamo vivendo e vorremmo cambiare. Ma per cambiare bisogna assolutamente uscire da questo stato di sicurezza attraversando un periodo di incertezza per poi passare dall’altra parte dove abbiamo tanto desiderato, proprio come la foto che ho postato in alto; saltare fuori dal nostro “comfort” per atterrare su ciò che desideriamo.

Sembra facile a parole, ma molto difficile da attuare nel nostro quotidiano. Quello che posso trasmettere con la mia esperienza nel mondo del fitness ed ora nello studio sull’alimentazione, riuscire a colmare questo stato di trasporto e di insicurezza con una guida sicura che sappia dove e come consigliare guidando ogni giorno le piccole incertezze così da poter attraversare questa fase.

Consigliare esercizi giusti per ognuno e una alimentazione personalizzata è fondamentale per un corretto e consapevole trasporto dalla zona comfort alla zona tanto desiderata che il più delle volte si fallisce perchè non si applica il giusto metodo.

Qual’è il metodo giusto? Ecco la risposta ad una domanda che io per primo ci siamo posti: Essere desiderosi di cambiare per sempre è il primo passo, il secondo è affidarsi a persone competenti che sanno consigliare il giusto percorso e cambiare in corso d’opera, il terzo ed ultimo è non seguire il percorso di altri proprio perchè ognuno di noi è diverso e diversi sono gli stimoli da applicare.

Una colazione sarà diversa in base alle diversità che ogni individuo ha nel proprio DNA e in base a dove si vuole andare, è un PERCORSO di cambiamento che ci porta proprio dove noi vogliamo arrivare senza tornare indietro.

Fallire è un messaggio di una strada percorsa che non ha portato al “traguardo” perseverare non è la condizione giusta, quando si imposta un percorso INEVITABILMENTE ci sarà un aggiustamento in base alle risposte ottenuto dal corpo, se gli stimoli non sono arrivati bisogna cambiare e non perseverare, ma chi è in grado di farlo? Sicuramente non noi stessi, essendo in zona “comfort” ma un altra persona ci può dare ciò stiamo cercando facendo attenzione di aver scelto la persona giusta.

Non si salta nel buio, sarà più semplice saltando sapendo come fare affidandosi a persone consapevoli che sanno come consigliare il giusto percorso verso in cambiamento definitivo e duraturo.

Pillola di saggezza: volete utilizzare il grasso accumulato come energia? Fate entrare nelle cellule OSSIGENO. Come? Aumentando l’introduzione di acqua( h2o) dove o vuoldire ossigeno e anche con l’introduzione di una molecola chiamata “Acetilcisteina”.

Augurandovi un buon inizio 2018 vi auguro un buon salto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...