I CIBI PIU’ DANNOSI

Buongiorno, TUTTI sappiamo riconoscere a prima vista un cibo sano da uno “dannoso”, ma a volte l’industria alimentare TRASFORMA cio’ che sembra BUONO in un cibo NOCIVO.   VEDIAMO COME?

Gelato, pasta, hamburger, cioccolato e bibite gassate SONO STATE CLASSIFICATI COME I 5 CIBI DA LIMITARE per non intaccapare in malattie CRONICHE.

Per continuare a vendere prodotti industriali si sono trasformate alcune molecole dette “buone” come la PASTA di CACAO in un prodotto che riprenda le origini salutistiche ma che invece viene elaborato rendendolo buono ma dannoso, esempio una bella tavoletta di cioccolato con etichetta BIO, CIOCCOLATO EXTRA FONDENTE AL 70%. Ma tutto cio’ ai nostri occhi da consumatori, ci tranquillizza verso un ottimo prodotto, INVECE……….

Proprio queste denominazioni ci ingannano al consumo portandoci a conoscenza del loro beneficio ed invece siamo indotti al consumo di un prodotto dannoso.

SCEGLIAMO PRODOTTI con semplici e pochi ingredienti come ad esempio appena citato un ottimo cioccolato deve avere IN ORDINE CRONOLOGICO: PASTA DI CACAO, BURRO DI CACAO, ZUCCHERO, LECITINA, CACAO IN POLVERE.

Parlando dei prodotti da forno quali PASTA, PANE, BISCOTTI e tutti i loro derivati, hanno la capacità di essere pratici al consumo e altrettando buoni al palato, ma DANNOSI.

VEDIAMO PERCHE’

Le farine con le quali essi vengono preparati, sono ormai altamente IPERGLICEMICI, cioe’ con un alto contunuto di zuccheri aggiunti per un alto rendimento di lievitazione in breve tempo e di durate dal prodotto. Quando assumiamo del carboidrato, esso arriva nel nostro MAGAZZINO DI STOCCAGGIO ” FEGATO” sotto forma di glicogeno. In base al loro INDICE GLICEMICO viene prodotta INSULINA per contrastare lo zucchero presente. Troppo zucchero provoca una troppa produzione di insulina che consegue un maggior stroccaggio di energia in GRASSO “magazzino di scorta energetico”.

Ecco perchè troppo zucchero NASCOSTO provoca negl’anni malattie croniche IRREVERSIBILI. Proprio lo scopo che le industrie farmacologiche CHIEDONO alle industri alimentari.

COSA FARE:

Cercare di scegliere prodotti meno elaborati possibili dall’uomo, non credere ciecamente al BIO, alle coltivazioni “naturali” e a tutto ciò che ci viene pubblicizzato come salutistico. Attenzione ai prodotti light, cioè leggero, essi vengono modificati con altri grassi pericolosi. Non consumiamo troppi prodotti che contengono carboidrati, essi sovraccaricano il FEGATO provocando un maggior accumolo di grasso dovuto al “traboccamento energetico”.

Cerchiamo di CONOSCERE per SAPERE COSA SCEGLIERE, ecco il mio scopo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...